Introdurre un target vincolante al 2030 dell’ 11% di gas rinnovabili  (biometano e idrogeno verde)  sul totale della domanda finale europea di gas come passo necessario per contribuire al raggiungimento degli obiettivi climatici dell’Unione europea, che prevedono la riduzione delle emissioni di gas serra del 55% entro il 2030. Il target dell’11% dovrebbe essere introdotto nella Direttiva sulle energie rinnovabili dell’UE.

È quanto propone alla Commissione europea il nuovo Policy Paper pubblicato dal consorzio Gas for Climate, composto da undici società di infrastrutture energetiche e due associazioni di biometano, incluso il CIB – Consorzio Italiano Biogas. Il documento segue il report Gas Decarbonisation Pathways 2020-2050 presentato lo scorso anno da Gas for Climate, che suggerisce ulteriori misure che consentirebbero ai gas rinnovabili di giocare un ruolo importante nel raggiungimento degli obiettivi climatici dell’Ue a breve e lungo termine.

Per garantire un’accelerazione della crescita del mercato dei gas rinnovabili all’interno dell’Unione europea, la prevista quota dell’11% è sostenuta da due sotto-obiettivi vincolanti e relativi all’idrogeno verde e al biometano. Almeno l’8% del gas utilizzato nella Ue al 2030 deve essere biometano e una percentuale di almeno il 3% deve essere rappresentata dall’idrogeno verde. I sotto-obiettivi si basano sul fatto che il biometano è già disponibile e scalabile a livello commerciale in maniera sostenibile, mentre l’idrogeno verde può cominciare a crescere nei prossimi anni. Gas for Climate prevede che l’obiettivo dell’11% di gas rinnovabili si traduca in obiettivi nazionali differenziati.

Gas for Climate è un consorzio fondato nel 2017, con l’obiettivo di creare maggiore consapevolezza sul futuro dell’energia e sul ruolo dei gas rinnovabili, in linea con gli obiettivi degli accordi sul clima di Parigi e per limitare la crescita della temperatura a livello globale al di sotto dei 2° Celsius. A questo scopo, tutto il settore economico deve diventare a zero emissioni di carbonio entro la metà di questo secolo.

#biometano #idrogeno #co2 #energierinnovabili

 

Torna alla home page


Nei primi giorni di Dicembre varie testate giornalistiche hanno pubblicato evidenze di una maggior affluenza presso le organizzazioni di volontariato che forniscono pasti caldi e assistenza a coloro che ne hanno bisogno.
In quest’ anno segnato dalla pandemia Covid, vogliamo accompagnare gli auguri natalizi con una ‘nostra’ buona notizia: abbiamo deciso di dare uno speciale contributo a coloro che sono stati coinvolti da questa situazione di sofferenza.

Abbiamo quindi donato più di 11.000 kg di polpa di pomodoro      -prodotto di un nostro cliente industriale- all’Opera San Francesco per i Poveri (https://operasanfrancesco.it/) organizzazione che dal 1959 garantisce assistenza gratuita e accoglienza, soddisfacendo bisogni primari e reali.
Opera San Francesco ha servito nel 2019 circa 700.000 pasti caldi, e con la nostra donazione andremo a coprire il fabbisogno di 3 mesi di salsa di pomodoro (circa il 25% del fabbisogno annuale), contribuendo a fornire pasti caldi ad ognuna delle oltre 24.000 persone assistite.

Con questa donazione vogliamo unire un risultato sociale concreto ai benefici ambientali già generati dalla nostra attività aziendale. Lavoriamo ogni giorno per Valori forti in cui crediamo, Valori come il Servizio al Cliente, la reciproca soddisfazione, la lealtà, il Valore di una stretta di mano, la tutela dell’ Ambiente.
Questa iniziativa è stata possibile anche grazie alla fiducia ed al lavoro svolto assieme: vi auguriamo quindi un sereno Natale, felici di condividere la nostra gioia.

 

#cogenerazione #trigenerazione #climatechangeisreal #energyefficiency

Torna alla home page


Siamo lieti di comunicare che in questi giorni abbiamo ultimato la realizzazione di un impianto di trigenerazione Modena in un’azienda Farmaceutica e si è conclusa la procedura di avviamento.
Tra le principali attività dell’Azienda ci sono approvvigionamento e analisi di materie prime e materiali di confezionamento, produzione bulk, confezionamento primario e secondario, fino al rilascio dei lotti industriali direttamente sul mercato finale.

L’impianto, costituito da un motore MAN E3268 LE 212, è in grado di sviluppare una potenza elettrica di 350 kWe ed energia termica sotto forma di acqua calda ed acqua fredda per la climatizzazione degli ambienti. Il Contratto di Servizi Energetici ha una durata di 11 anni e prevede, a nostro carico, tutte le attività autorizzative, di progettazione, realizzazione, manutenzione e gestione dell’Impianto, oltre al finanziamento dello stesso. Questo impianto funzionerà h24 5/7, ottimizzando i consumi energetici e riducendo le emissioni globali in atmosfera di CO2.

 

#cogenerazione #trigenerazione #climatechangeisreal #energyefficiency

Torna alla home page


Il 14 ottobre 2020 il World Economic Forum ha pubblicato un video allarmante in merito alle conseguenze drammatiche provocate nei prossimi 100 anni dai cambiamenti climatici, se non agiamo subito. È stata inserita una panoramica sui possibili eventi catastrofici decennio per decennio, come periodi di siccità, alluvioni, uragani sempre più forti e distruttivi, scomparsa della barriera corallina, innalzamento del livello del mare ecc.
È di fondamentale importanza che l’economia globale sviluppi modelli sostenibili per preservare il pianeta. Power Ventures continuerà nelle sue attività in questa direzione, promuovendo iniziative per l’efficienza energetica e per la riduzione delle emissioni climalteranti in atmosfera.

 

 

 

 

#cogenerazione #trigenerazione #climatechangeisreal #energyefficiency

Torna alla home page


Secondo un articolo di RaiNews del 27 settembre 2020, “sono circa 300.000 i volontari che quest’autunno, nel pieno rispetto delle normative anti-Covid, hanno risposto e risponderanno all’invito di Legambiente a scendere tra le strade, nei parchi, in spiaggia, lungo le sponde dei fiumi, nei centri e nelle periferie di piccole e grandi città in tutta Italia” per ripulire l’ambiente.Le attività del progetto “Puliamo il mondo” si svolgeranno anche in ottobre.

Secondo un’indagine di Park Litter 2020 condotta da Legambiente in 73 parchi cittadini, sono circa 27.874 i rifiuti catalogati, ossia una media di quattro ogni metro quadrato.Oltre ai mozziconi di sigarette, sacchetti, contenitori di cibo e bevande di plastica, si sono aggiunte le mascherine abbandonate da turisti noncuranti.

Il Presidente di Legambiente Stefano Ciafani dichiara: “La nostra storica campagna sui rifiuti conferiti illegalmente da cittadini maleducati e non raccolti da amministrazioni disattente, che alimentano il fenomeno del marine litter (rifiuti marini), ha fatto emergere il problema di una nuova ondata di rifiuti usa e getta, perché purtroppo si è diffusa la sbagliata convinzione che il monouso riduca il rischio del contagio da Covid.”

Questa iniziativa è stata patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, di UPI (Unione Province Italiane), FederParchi e Unep (Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite).

 

ambiente, spiagge, rifiuti

La maggior parte dei rifiuti raccolti sono contenitori di plastica e mozziconi di sigarette che inquinano il nostro ambiente.

 

 

 

#sostenibilità #ambiente #rifiuti #cogenerazione #trigenerazione

Torna alla home page


Il governo italiano adotterà misure economiche per la tutela dell’ecosistema.

Come dichiarato dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nel nuovo Recovery Fund verranno stanziati 12,3 miliardi di euro per le tematiche ambientali. Secondo il Piano nazionale per la ripresa e la resilienza (PNRR), l’Italia ha continuato a ridurre le emissioni di CO2 negli ultimi anni, investendo sulle fonti di energia rinnovabili per raggiungere la neutralità climatica, ossia le emissioni zero, entro il 2050. 
I principali obiettivi riportati nel PNRR sono:
–  de-carbonizzazione dei trasporti di nuova generazione
–  gestione e il monitoraggio del ciclo delle acque interne e marine
–  mitigazione dei rischi idrogeologici e sismici
–  miglioramento della qualità dell’aria e della forestazione urbana
  valorizzazione del patrimonio paesaggistico
– riconversione della produzione e del trasporto di energia in chiave sostenibile
– ottimizzazione dell’efficienza energetica di industrie, edifici pubblici e privati, promuovendo gli investimenti e una fiscalità di vantaggio a favore delle imprese considerate sostenibili. 
Tutto questo rappresenta un’ulteriore conferma che Power Ventures & Tesla Investimenti stanno percorrendo la giusta strada dell’ecosostenibilità e dell’efficienza energetica.

#energiasostenibile #recoveryfund #cogenerazione #trigenerazione #ambiente

Torna alla home page